SAF

Stringeva forte in mano,
teneva il vicino,
le sorti dell’Italia insieme al suo destino
aveva sedici anni,
negli occhi da bambina,
già c’era tanto amore per l’uomo che seguiva

Partita per il fronte, la casa da lasciare
insieme la speranza di tornare…
partita per l’onore, un sogno in fondo al cuore
con l’aquila baciava il tricolore

Pensa a quei vigliacchi
che ti hanno torturata,
pensa a quella storia
che è stata raccontata
pensa a quanto hai dato,
l’hai fatto anche per loro
sei donna fino in fondo,
madre del futuro…

Cantava giovinezza,
scacciava la paura,
e l’uomo che partiva la forza in lei trovava
aveva sedici anni,
eppure già sapeva,
la sua sponda del fiume e il fiume suo qual era…

E adesso che la terra è rossa di colore,
tu torni a sventolare il tricolore…
ed in quel corpo sottile,
la forza di reagire
l’Italia è troppo bella per morire…

Pensa a quei vigliacchi
che ti hanno torturata,
pensa a quella storia
che è stata raccontata
pensa a quanto hai dato,
l’hai fatto anche per loro
sei donna fino in fondo,
madre del futuro…