HIROSHIMA

Volava sopra il cielo di Hiroshima
quel sei agosto chi lo scorderà
il super bombardiere Enola Gay
Made in U.S.A.
Dopo un breve conto alla rovescia
un grande fungo rosso è quel che lascia
e dove era città si alza un fuoco
che brucia ancora in chi non ha dimenticato

Bambini che giocavano in cortile
cavie di una mente distruttrice
e case rase al suolo e demolite
migliaia di persone incenerite

Un deserto al posto di Hiroshima
e non c’è più anima viva
Questi son gli alfieri della nuova umanità
che portano la morte in cambio della libertà
Che parlano di pace ma è solo ipocrisia
perchè la loro legge è la vigliaccheria
ma un vento soffia sopra le rovine
e arriva fino a chi non vuol vedere
e a chi non vuol capire ancora adesso
che la libertà allora ha perso